Le pulci del cane e del gatto

Parassiti degli animali

pulce

Habitat

• Le pulci adulte sono parassiti degli animali a sangue caldo, soprattutto mammiferi, le pulci non sono selettive riguardo all’ospite di cui nutrirsi, in assenza dell’ospite normale, si spostano da un animale all’altro.
• Al contrario delle pulci adulte, le larve delle pulci richiedono habitat specifici, associati più che altro alle abitudini di nidificazione degli ospiti, più che al tipo di sangue.
• L’habitat delle larve di pulce comunque, è preferibilmente buio, umido, come ad esempio le lettiere degli animali e la peluria del tappeto, dove prosperano nutrendosi di detriti organici e di escrementi delle pulci adulte.
• L’habitat delle pulci e soprattutto della pulce del cane (Ctenocephalides canis), può essere anche una fessura nel pavimento, quindi anche il più poveraccio dei cani avrà la sua bella compagnia di pulci che lo aspettano al
suo ritorno a casa.
• La pulce del gatto (Ctenocephalides felis), infesta anche i cani, conigli o criceti essendo diventata la specie di pulce predominante.
• Fattore strano ma importante è che la pulce del gatto vive benissimo sui cani, mentre non sembra essere vero il contrario.

 

Morfologia

• Il corpo delle pulci misura in media da 1,5 a 3,3 mm I corpi sono appiattiti da lato a lato permettendo così una facile movimentazione attraverso i peli o le piume sul corpo dell’ospite.
• L’apparato buccale delle pulci è come un tubo adattato per nutrirsi del sangue di altri animali.
• Le zampe delle pulci in generale sono lunghe, i due arti posteriori sono ben adattati per il salto, (verticalmente fino a sette pollici (18 cm); orizzontalmente tredici pollici (33 cm)) – circa 200 volte la lunghezza del proprio
corpo, rendendo la pulce il miglior saltatore di tutti gli animali.
• Le uova delle pulci sono lunghe circa 0,5 millimetri, ovali, di colore bianco-perlacee, e vengono depositate indiscriminatamente nel pelo, tra le piume, nelle cucce degli animali domestici come nella biancheria del vostro letto.
• Le feci delle pulci, sono quei piccoli pallini neri che, quando l’animale è infestato, si possono vedere tra il pelo e schiacciandoli su di un fondo bianco lasciano una stria di sangue.
• Le larve delle pulci in generale, e le pulci del cane non fanno eccezioni, emergono dalle uova e si nutrono di qualsiasi materiale organico disponibile, come insetti morti, escrementi e altre sostanze vegetali e comunque hanno
bisogno degli escrementi delle pulci adulte che contengono sangue semidigerito.
• Sintomo chiaro di un infestazione da pulci è proprio questo effetto sale-pepe costituito dalle larve (chiare) e dalle feci (scure sanguinolente) un po’ ovunque.
• Il corpo delle pulci del gatto (Ctenocephalides felis) è,oltre che appiattito, duro, lucido, e coperto di peli spinosi corti inclinati nella direzione contraria al pelo dell’ospite, per poter averne una presa migliore.
• La pulce del gatto è più marrone che nera molto mobile, all’uomo di solito morde di preferenza le caviglie e l’interno delle ginocchia, ma comunque preferisce al vostro sangue quello dei vostri animali domestici.
La Ctenocephalides felis o pulce del gatto, è la specie più prolifica, arriva a depositare 25 uova al giorno, per un mese di seguito.
Le uova delle pulci del gatto sono leggermente appiccicose e dopo essere state deposte normalmente cadono giù dal pelo dell’animale e completano il loro sviluppo di solito nella cuccia (o tana) dello stesso.

 

Ciclo vitale

• Le pulci in generale hanno una vita sessuale molto intensa, il loro accoppiamento per essere fecondo deve superare i 60 minuti, il numero delle uova di pulce deposte può essere molto alto e avviene di solito dopo ogni pasto
di sangue. Dipende comunque dalla specie dal clima e dalla disponibilità di nutrimento.
• Le pulci sono insetti il cui ciclo vitale passa attraverso quattro stadi: embrione, larva, pupa e imago (adulto).
• Il ciclo di vita della pulce del cane inizia quando la femmina depone le uova dopo il pasto di sangue dell’ospite.
• Le uova delle pulci del cane (Ctenocephalides canis), deposte in gruppi di fino a 20 o giù di lì, cadono quasi subito a terra, quindi il posto dove il cane riposa, la sua cuccia diventa l’habitat primario dove prende forma
l’infestazione da pulci.
• Il ciclo di sviluppo da uovo a pulce adulta del cane si completa di solito in 4 settimane, ma a basse temperature ci vuole molto più tempo.
• Nella fase di pupe le larve delle pulci sono racchiuse in un bozzolo di seta coperto di detriti per meglio mimetizzarsi.
• Le larve delle pulci, inizialmente di color bianco panna, lentamente cambiano il colore in marrone scuro maturando e diventando pulci adulte.
• In questo stato di muta larvale la pulce parassita del cane può trascorrere l’inverno.

 

Abitudini

• La pulce del cane (Ctenocephalides canis) è un ospite intermedio della tenia del cane (Dipylidium caninum), il cui ospite vertebrato è di solito il nostro affezionato cane.
• La Tenia del cane oltre ad altre varie malattie e parassitosi, può essere trasmessa dalle pulci agli esseri umani.
• Le pulci adulte hanno solo circa una settimana per trovare l’alimento una volta che emergono, anche se possono sopravvivere dai due mesi a un anno tra i pasti.
• La pulce adulta emerge dallo stato larvale stimolata dalle vibrazioni, causate da un ospite di passaggio. Questo spiega gli attacchi di massa che si verificano occasionalmente in locali deserti.
• La pulce parassita del cane (Ctenocephalides canis) al contrario della pulce del gatto (Ctenocephalides felis) passa più tempo sull’ospite
• I gatti possono sostenere una popolazione di pulci immature di circa 8.000 unità e 2.000 forme adulte.
• Un’infestazione di pulci tipica può comprendere 5% di adulti, 35% di larve, 10% di pupe, e il 50% di uova.
• Su un gatto infestato dalle pulci, ad esempio, non c’è di solito che qualche decina di adulti, che salgono e scendono dall’animale alla cuccia. Perciò disinfestare l’animale senza preventivamente e successivamente disinfestare il posto dove riposa è molto spesso inutile.

Share by: